Coppa Konami
"Eh ma a sette bisogna essere uomini, capito? Devi essere uomo! Non è come giocare a cinque, che è il calcio dei bambini..."

I risultati della 7a giornata01/12/1612:12

TR Varedo vs Bellavita rinviata
ABT Cochabamba vs All Whites 4-4
AC Derbolina vs Senza Nome 4-4
Segrate FC vs TL Reapers 1-12
Gli Imbruttiti vs Rev Milano 11-8


Varedo-Bellavita è stata rinviata a data da destinarsi così come anche Reapers-Varedo, due scontri diretti di alta classifica che speriamo non finiscano nella hall of shame dei risultati assegnati a tavolino, sarebbe un peccato!

Passando alle partite di questo turno che invece si sono disputate regolarmente, spicca il 4-4 sotto la pioggia tra Cochabamba e All Whites. La corsa dei bianchi, che rimangono imbattuti in questa edizione, è stata interrotta da un Cochabamba gagliardo e battagliero che è riuscito a strappare il pareggio all’ultimo minuto grazie a un’azione d’angolo capitalizzata dal gol di tacco di Civiero, che aveva già segnato un bel gol su calcio di punizione. Grande prestazione anche di Gio Pisani (alla 150ª al Konami), che segna un gol e serve due assist. Insieme a Bettini (AW) rimane a secco anche Botti (Cocha), che settimana scorsa ha raggiunto il traguardo dei 300 gol al Konami (meglio di lui solo Blasa).

Altro giro, altro pareggio, altro 4-4. E continua la striscia negativa dell’AC Derbolina: dopo essere rimasti a punteggio pieno nelle prime tre giornate, hanno raccolto solo 2 punti nelle ultime quattro. Tra i padroni di casa si mettono in luce Stefani e Franzin con una doppietta a testa, mentre il mattatore della serata è Cardinaletti (Senza Nome), autore di una tripletta. Si tolgono una piccola soddisfazione anche Paolo Rea e Lorenzo Castiglia, che raggiungono a braccetto le 50 presenze con la maglia dei Senza Nome: ne hanno saltate solo 4!

Per la sfida tra Segrate e Reapers è stata allertata la protezione civile: sono scesi in campo 20 giocatori, 10 per parte, e pare che a bordo campo abbiano avuto luogo tornei paralleli di scala 40, nascondino e calcio 3 vs 3, a seconda di chi si trovava in panchina. L’unica gioia del Segrate è il primo gol al Konami di Johnny Wu, mentre per gli ospiti vanno in gol ben sette giocatori, per il risultato finale di 1-12. Assente Scaletta, a mantenere viva la tradizione dei pali in casa Reapers ci pensa questa volta Parisini (2 gol e un palo). Bene anche Cafagna (tripletta) e Azab (1 gol e 5 assist).

Per citare una sfuriata storica di Maro (Diego Marongelli, ex New Team e uno dei tre fondatori del torneo): Varetto – Rev Milano 11-8. Varetto superstar. Varetto pigliatutto. Varetto capocannoniere del torneo. Gli Imbruttiti segnano 11 gol (tutti di Varetto, se non si fosse capito) a un Rev Milano che pur mettendocela tutta si ferma a 8 marcature. Tragicamente, questi 8 gol non portano neanche un punto. I tre punti in palio vanno invece ai padroni di casa e gli permettono di fare un balzello in avanti in classifica. Ora i Senza Nome sono solo a +1 e settimana prossima c’è lo scontro diretto, tutto è possibile!

Commenti? ()

Risultati della 6a giornata25/11/1611:57

Bellavita vs All Whites 1-5
TR Varedo vs Segrate FC 12-0
Senza Nome vs ABT Cochabamba 6-1
TL Reapers vs Gli Imbruttiti 8-0
Rev Milano vs AC Derbolina 7-7


La partita di cartello del 6° turno di campionato, che vedeva affrontarsi la prima e la terza forza del torneo, si è conclusa con la vittoria degli All Whites sui Bellavita per 5 gol a 1. Grande delusione per la squadra che presidia da anni il Green Calcio, che per l’occasione si è giocata il jolly Santandrea (autore dell’unico gol dei suoi alla prima presenza in questa edizione del Konami). Gli All Whites si rendono protagonisti di una bella dimostrazione di forza grazie alle doppiette di Luboz e Mosca, oltre che all’autorete siglata dal portiere avversario. La prossima dei Bellavita è con il TR Varedo, che – per motivi che saranno più chiari tra qualche riga – si presenterà alla sfida più carico che mai.

Per quanto riguarda TR Varedo – FC Segrate c’è poco – e contemporaneamente tantissimo – da dire, ci limiteremo all’essenziale. Il match che vedeva affrontarsi la prima e l’ultima della classe (nonché il miglior attacco e la peggior difesa del torneo), è stato vinto con ampio margine dai padroni di casa. Purtroppo dopo la gara si è creata una spiacevole diatriba tra le due formazioni circa il numero esatto dei gol segnati. Stando al tabellino presentato dal TRV la partita sarebbe finita 18-0, ma gli avversari hanno protestato sostenendo che i gol da loro subiti non potevano essere più di 12. Una volta appurato che le due parti in causa non erano in grado di chiudere la questione in maniera pacifica e autonoma, hanno richiesto l’intervento del cattivissimo e temutissimo Tribunale. Dopo lunghe discussioni tra gli organizzatori del torneo e una fase di stallo che è stata risolta solo mettendo ai voti la questione, si è scelto di prendere per buono il risultato di 12-0. Qualunque decisione avrebbe scontentato qualcuno, perciò giusta o sbagliata che sia la scelta degli organizzatori, la si prenda per quello che è e si vada avanti!

Passando rapidamente in rassegna le altre tre partite del 6° turno si registra la vittoria in carrozza dei Reapers sugli Imbruttiti per 8-0 (tripletta di Damiani, ennesimo palo di Scaletta), la vittoria per 6-1 dei Senza Nome sui Cochabamba (Gavioli balza in testa alla specialissima classifica dei rigori causati all time) e il pareggio a suon di gol tra AC Derbolina e Rev Milano (7-7) che vale il primo punto per gli ospiti e che porta a 3 il numero di partite consecutive senza vittorie per i padroni di casa.

Commenti? ()

Risultati della 5a giornata14/11/1612:42

Segrate FC vs Bellavita 0-6
All Whites vs Senza Nome 9-5
Gli Imbruttiti vs TR Varedo 2-10
ABT Cochabamba vs Rev Milano 9-3
AC Derbolina vs TL Reapers 7-12

(Rec. 4ª giornata) Segrate FC vs Gli Imbruttiti 1-9
(Rec. 4ª giornata) TL Reapers vs ABT Cochabamba 9-2


Segrate FC – Bellavita 0-6
I Bellavita non si fermano più! Con il 6-0 contro il Segrate FC collezionano la quarta vittoria consecutiva e si mantengono al terzo posto in classifica. Se non avessero perso la prima di campionato contro l’AC Derbolina al momento sarebbero primi a +2 sulle seconde, quindi possono essere soddisfatti da questo inizio di stagione senza dubbio incoraggiante (complice, va detto, il calendario favorevole). La prossima partita contro gli All Whites potrebbe dare qualche indicazione più chiara sulle ambizioni bellavitose. Nulla hanno potuto i padroni di casa, neanche con gli ospiti in 7 uomini contati a fronte dei 10 convocati del Segrate. La fortuna non è comunque stata dalla parte degli sconfitti: per ben due volte Tommasetti (Segrate FC) ha sfiorato il gol colpendo i legni.

All Whites – Senza Nome 9-5
Se fosse una pièce di teatro dell'assurdo si intitolerebbe “Aspettando Luboz”. Qualcosa di simile è già stato scritto, ma il finale era diverso. Questa volta l’oggetto dell’attesa si fa aspettare solo 5 giornate, arriva, debutta, segna 5 gol, fa un assist, colpisce due pali e in generale scombina le tattiche degli All Whites trasformandone l’indole “difensivista”. L’idea che questo potesse rivelarsi l’anno degli All Whites ce l’avevamo già, e l’innesto di Jean Pierre Luboz (AW) potrebbe essere il rinforzo determinante. È stata ottima anche la prestazione di Bettini (AW), autore di una tripletta e di altrettanti assist. I Senza Nome escono sconfitti ma a testa alta, avendo segnato 5 gol a una difesa che finora ne aveva concessi 7 in totale.

Gli Imbruttiti – TR Varedo 2-10
La difesa del TR Varedo non ha molto da invidiare a quella degli All Whites, ma è evidente che la differenza tra le due squadre (entrambe ancora in testa alla classifica) la fanno gli attaccanti. Il Team Rocket, oltre a disporre dell’attuale capocannoniere di questa edizione, è la squadra che riesce a schierare il più alto numero di giocatori “pericolosi” del torneo. A sto giro ci si mette anche Chiulli, autore di una tripletta, oltre a Santini (3 gol), Vertua (2) e Lonardi (1). Per gli Imbruttiti non è serata (Rigamonti segna anche nella porta sbagliata) ma c’è di buono che Varetto (2) non smette di segnare: ora è secondo in classifica marcatori.

ABT Cochabamba – Rev Milano 9-3
Il risultato può dare l’idea di una partita senza storia, ma la realtà dei fatti è leggermente diversa. Innanzitutto nei primissimi minuti i Rev si sono portati sull’1-0. Il vantaggio non ha minimamente influito sul loro gioco, e infatti hanno continuato a pressare incessantemente la difesa arancione costringendola a commettere qualche errore di troppo. Da uno di questi errori è scaturito il gol del 2-0. Il raddoppio poteva minare le già di per sé poche certezze dei Cocha e invece ha avuto la funzione opposta: da quel momento la formazione kochala ha trovato la forza di reagire e si è dovuta sudare ognuno dei 9 gol segnati. Mattatore della serata è, manco a dirlo, Leo Botti (4 gol). Oltre ai 3 punti i Cochabamba festeggiano il ritorno in campo a due anni di distanza dall’ultima presenza di Marco Gavioli, storico (ex-)portiere che partecipa per la 12ª volta ad un torneo Konami (97 presenze totali, di cui 3 nella primissima edizione del 2009). Bentornato Popi!

AC Derbolina – TL Reapers 7-12
Con questa partita l’AC Derbolina stabilisce un piccolo record, almeno relativamente al torneo in corso: è la prima squadra a segnare più di 5 gol in una partita senza riuscire a vincerla o almeno pareggiarla. Il record acquista altre proporzioni se si considera che si sono presentati al campo in 6 e hanno giocato l’intero incontro con uno sconosciuto in porta. Le 7 reti segnate e la prestazione impressionante di Simone Coppola (5 gol li ha segnati lui e gli altri due li ha propiziati con un suo assist) non sono bastate ai padroni di casa per domare l’avversario. Ai Reapers mancava Hamed e Azab non è entrato nel tabellino, ma stavolta a fare gol ci hanno pensato Cafagna (4 gol), Parisini (4), Verdolino (3) e Ciuffreda (1). Inoltre, si tenga conto che questa vittoria è arrivata la sera successiva alla vittoria per 9-2 sui Cocha, il ché significa che i Reapers hanno segnato 21 dei loro 40 gol complessivi nel giro di 24 ore circa. La vera notizia è che i Reapers per 24 ore non hanno fatto gli splendidi ma gli straordinari.

(Rec. 4a giornata) Segrate FC – Gli Imbruttiti 1-9
Doveva essere una guerra tra poveri. Ma allora come si spiega che il Segrate ne sia uscito “nulla tenente” e che la squadra Imbruttita sia balzata dall’ultima alla settima posizione in classifica? Di sicuro gli Imbruttiti hanno un tesoro mica-tanto-nascosto che si chiama Simone Varetto (7 gol in 2 partite questa settimana), e un altro loro punto di forza può essere il fatto che fin qui abbiano schierato solo 9 uomini, giocando spesso in 7 contati: l’affiatamento non può che giovarne. Probabilmente hanno anche pagato un po’ di inesperienza, oltre che un calendario fin qui penalizzante. Completamente diverso è l’approccio organizzativo del Segrate, sempre più ultimo, che porta al campo una squadra spesso molto numerosa. Se la quantità non manca, la qualità latita o si è vista poco. Uno o due innesti di buon livello in attacco potrebbero fare la differenza.

(Rec. 4a giornata) TL Reapers – ABT Cochabamba 9-2
Niente di più che ordinaria amministrazione per i Reapers: 9-2 ai Cocha e tutti a casa. Nella 20ª sfida tra le due squadre non c’è stata proprio storia, con i Mietitori che portano a casa i 3 punti contro il Cochabamba per la 15° volta (e la 100ª in generale, come i Bellavita qualche settimana fa). Alla festa c’è spazio proprio per tutti, tanto che ogni lambratese in campo segna o fa segnare un gol. Solo i pali (difesi a turno dai 7 non-portieri cochabambini) impediscono ad Azab, Verdolino e Scaletta di portare il numero dei gol fatti in cifra tonda. Pillola statistica: in questa occasione sono scesi in campo contemporaneamente 8 degli 11 giocatori con più presenze all’attivo nella storia del Konami (Di Battuto, Maisto e Scaletta per i Reapers; Botti, Bertoli, Sardo, Suozzo e Mozzati per i Cocha).

Commenti? ()

< pagina precedente   pagina successiva >